02 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > Bolzano

Quarta prova del trofeo Prestige per i veterani altoastesini

06-06-2011 09:51 - Bolzano
Paolini in testa alla gara
Paolini e Geiser dominano
la campestre di Monticolo
Il "camoscio di Castelrotto" primo al traguardo è stato scavalcato in classifica dal mezzofondista di Merano per effetto "bonus". 15 successi per Marco Zanol. In campo femminile s´impone Manuela Ferrini.

Dopo il trittico invernale ( pattinaggio, slalom gigante e fondo a tecnica libera) i veterani altoatesini hanno disputato la quarta delle sei prove valide per il trofeo Prestige: la corsa campestre nella stupenda e suggestiva pineta di Monticolo, una corsa impegnativa di quasi tre chilometri con vari saliscendi su un percorso quasi interamente sterrato.
Per Sergio Paolini (classe 1957) , già sette successi nella campestre di Monticolo, si è profilato un avversario duro da battere: l´alfiere dello Sport Club Merano, il noto mezzofondista Konrad Geiser (classe 1947) che in virtù della differenza di età (10 anni ) beneficiava di un "bonus"notevole, praticamente un vantaggio di un minuto e 16".
Partenza in linea, uomini e donne, senza distinzione di categoria. Paolini e Geiser, due lepri imprendibili, hanno subito fatto il vuoto. Sergio il "camoscio di Castelrotto" ha staccato l´avversario in salita e ha concluso la sua galoppata solitaria arrivando primo al traguardo nell´eccezionale tempo di 9´09". Dopo 40" è arrivato Konrad Geiser. Una performance straordinaria anche la sua se si considera che a 64 anni è rimasto sotto il tetto dei dieci minuti e in virtù del "bonus" di 1´16" ha vinto la campestre conquistando i 20 punti che spettano al primo classificato del trofeo Prestige nella categoria unificata A - B ( dai 31 ai 65 anni). Eccellente terzo il campione di tennis tavolo Antonio Soraruf in 11´17".
Nell´altra categoria maschile riservata agli "over 66" il meranese Marco Zanol alla rispettabile età di 75 anni ha colto la quindicesima vittoria nella campestre: i suoi primi successi risalgono all´ormai lontano 1982 e ´83. In una gara condotta in testa fra gli atleti della vecchia guardia da Benedetto Biancalana per oltre due terzi del percorso Zanol è uscito alla distanza e sul traguardo ha preceduto di un pugno di secondi il vincitore delle ultime cinque edizioni Franco Sitton e Benedetto Biancalana. Quarto l´inossidabile Aldo Zorzi alla soglia degli ottant´anni, quinto Fredy Dissertori che non deve superare la fatidica soglia per ragioni di salute.
In campo femminile, assente la campionessa Rosy Pattis, si è imposta con autorità nella F-1 Manuela Ferrini. Nella F- 2 doppietta delle veterane doc di Bressanone : Greti Dissertori ha preceduto di un minuto Traudi Rabensteiner .I protagonisti della campestre sono stati premiati dal presidente Alberto Ferrini e dalla responsabile del trofeo Prestige Marianne Market. E´ toccato invece a Lucio Buoso mettere una medaglia ... prestigiosa al collo di Angiolina Brentegani- Zanol: la medaglia di legno riservata all´ultima classificata con la dedica di Ivano Badalotti "Probabilmente non sai la differenza fra corsa campestre e festa campestre". E mentre il coro intonava "Angiolina, bell´ Angiolina" festa in casa Zanol: lui primo con la medaglia del vincitore, lei ultima con la medaglia di legno.
f.s.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account