26 Novembre 2020
news
percorso: Home > news > Bolzano

Prove multiple di atletica leggera a Bolzano per il trofeo Prestige

09-06-2010 - Bolzano
Imbattibili Rudy Frei e Hans Laimer
In programma 60 e 400 metri, getto del peso e salto in lungo in un pomeriggio caldo e afoso. Giù il cappello davanti a due atleti classe 1932: Aldo Zorzi e Franz Hosp. Si riprenderà a fine estate con nuoto e ciclismo.

L´hanno battezzata la "Regina delle Olimpiadi". Per i veterani atesini dello sport è una "classica" del trofeo Prestige. Parliamo dell´atletica leggera: a sette giorni dai campionati nazionali master di Roma gli atleti e le atlete di Bolzano, Merano, Bressanone, Castelrotto e altri centri altoatesini si sono ritrovati al campo scuola di Bolzano per una serie di sfide incrociate nelle quattro specialità previste dal regolamento: 60 e 400 metri piani (il cosiddetto "giro della morte") getto del peso con una sfera di 5 kg. e salto in lungo con rincorsa breve (solamente cinque metri). Ai fini della classifica ogni concorrente sceglie i tre migliori punteggi su quattro gare.
La migliore performance è stata realizzata da Rudy Frei, 62 anni, che ha realizzato il punteggio record con 2766 punti in virtù di una prestazione straordinaria nei 400 metri (un minuto e 30 centesimi di secondo che equivale a 48"70 per effetto della compensazione). Nella sua categoria, la B dai 51 ai 65 anni, ha brillato anche Ivano Badalotti secondo in classifica con i successi nel peso e nel lungo. Ha completato il podio Ugo Piccoli.
Nella categoria A (dai 31 ai 50 anni) ha esordito con una bella vittoria l´"open" Franco Montin che ha deciso subito dopo di far parte della grande famiglia dell´UNVS. Per il trofeo Prestige i primi tre classificati sono però Umberto Cortesia, Roland Piccoli e Roberto Zuliani: spettacolare il loro arrivo nei 60 piani.
Nella C fra gli "over 66" ha colto l´ennesimo successo in atletica lo specialista delle prove multiple Hans Laimer primo assoluto nelle quattro specialità. Sorprendente secondo Franco Sitton che nei 400 piani è riuscito a stare ... alle calcagna dell´amico Laimer. Merita una citazione particolare però il "sempre più giovane e forte" Aldo Zorzi, classe 1932, che anche in virtù dei "bonus" ha messo in fila Mazzoli, Teti, Dissertori, Zanol, Hosp (altro atleta del ´32!) e lo sfortunato Delladio caduto rovinosamente in pista a pochi metri dall´arrivo.
In campo femminile la differenza d´età ha lasciato il segno. Manuela Ferrini si è imposta nettamente in tre delle quattro prove ma il miglior punteggio finale è stato ottenuto da Rosy Pattis (18 primavere in più) per effetto dei "bonus" e di una splendido "assolo" nei 400 piani. Stesso discorso nell´ altra categoria femminile: tre successi su quattro per Traudi Rabensteiner ma vittoria finale ai punti di Greti Dissertori grande protagonista del "Prestige" in rappresentanza del mitico club ... over 70!
In splendida forma anche lo speaker e responsabile della manifestazione Carlo Boninsegna. Alla fine rinfresco per la regìa del segretario Toni Marchiori e premiazione sul campo con il consigliere nazionale Maurizio Massaro, con il presidente Alberto Ferrini e con la vicepresidentessa Marianne Market. Anche il trofeo Prestige va in vacanza: si riprenderà a fine agosto e settembre con le sfide di nuoto e ciclismo.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account