25 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > Bolzano

Bolzano: festeggiati i 40 anni del Prestige
di Franco Sitton

26-09-2017 14:56 - Bolzano
Il folto gruppo di veterane e veterani che hanno partecipato alla festa dei 40 anni del Prestige. Singolari le sfide nel tiro a segno, a canestro e i rigori sul piccolo bersaglio della porta da calcetto
Un gruppo di veterani sportivi degli anni ´70 ebbe la geniale idea di passare dalle parole ai fatti, dalle discussioni sul campionato di calcio o sulle gare di sci alle gare vere e proprie in varie discipline per misurare efficienza fisica, abilità, concentrazione e spirito agonistico anche a una certa età, Nacque così nel lontano 1978 il trofeo Prestige definito anche la piccola olimpiade dei veterani atesini dello sport (da 10 a 16 sfide fra gennaio e ottobre in specialità olimpiche o anche stravaganti e originali). Nel lontano febbraio 1978 la prima sfida sulla neve, uno slalom gigante in val di Fiemme.
Fra gli inventori e organizzatori della manifestazione gli ex atleti Gurian e Lutterotti sotto la presidenza dell´ ex arbitro di hockey Bruno Stenico. Sotto altre presidenze (Lucio Buoso e Alberto Ferrini ) il Prestige ha cambiato gare e regole ma è rimasta invariata l´anima competitiva dei protagonisti, centinaia e centinaia di sportivi altoatesini. Per festeggiare il quarantesimo anniversario del trofeo Prestige il presidente in carica Alberto Ferrini ha ideato e organizzato con i suoi collaboratori una simpatica manifestazione alla Sport City di Bolzano, una serie di gare e di giochi divertenti dai tiri di rigore e a canestro al gokart a pedali, dalle bocce al tiro a segno in versione "guerre stellari". Una partecipazione eccezionale, divertimento collettivo, minori rischi per fisico e salute rispetto alle più impegnative gare di sci, atletica , nuoto e ciclismo. Per la cronaca il vincitore Ivano Badalotti brinderà con gli amici con un "Ferrari Magnum". Distanziati di pochi punti Luis Zöggeler, Antonio Soraruf, Eliana Valerio, Edy Zocchi e un´altra quarantina di veterani. Dalla festa dei 40 anni del Prestige, conclusa con una grigliata in compagnia, alle statistiche e ai ricordi del passato.
Fra i protagonisti del trofeo Prestige troviamo fior di campioni e campionesse che hanno dato lustro e prestigio alla nostra associazione: il compianto Remo Tomasi azzurro nel pattinaggio velocità a Cortina ´56, i famosi hockeysti Martin Pavlu e Gino Pasqualotto, i calciatori dell´ AC Bolzano Giuseppe (Bepa) Perini e Zaccaria Ridolfi, ma citiamo anche coloro che in barba all´età e ai vari acciacchi partecipano ancora alle nostre gare. Sono nomi famosi: il meranese Heini Amort (probabile olimpico nel pentathlon a Roma 1960) l´ultranovantenne Lino Trettel campione a livello internazionale di paracadutismo e paraski, la gazzella dell´altipiano Rosy Pattis con ben cento maratone alle spalle e l´inossidabile pattuglia dell´atletica leggera che ogni anno conquista allori a livello mondiale ed europeo fra i master ( Inge Holzgethan, Aldo Zorzi, Marco Zanol, Hans Laimer, Guido Mazzoli )
Se invece diamo un´occhiata all´albo d´oro del trofeo Prestige, la nostra piccola olimpiade, che ha cambiato più volte formula e regolamenti, scopriamo che il vicepresidente storico dei veterani atesini dello sport Felix Martinolli è uno dei due vincitori della prima edizione, l´altro era Rinaldo Mignoli. Alla quinta edizione nel 1982 sono entrate in scena le donne: prima vincitrice un´altra vicepresidentessa storica, Marianne Market. In campo femminile la più titolata è Johanna Endrich ancora in piena attività a 85 anni: nel suo palmarès ben otto edizioni del Prestige e una del Superprestige. Fra le plurivincitrici Margareth Brugger, Barbara Ties, Patrizia Spessotto, Rosy Patis, Manuela Ferrini, Greti Dissertori e Lucilla Bombasaro.
In campo maschile il direttore di "Cursores" Franco Sitton ha collezionato undici successi: nove vittorie nel trofeo Prestige e altre due consecutive nel Superprestige (2010 – 2011 ). Con la sorprendente e brillante affermazione dello scorso anno Marco Zanol (la prima vittoria nel lontano 1988) ha raggiunto la fatidica quota "dieci". Hans Laimer altro meranese fortissimo nello sci e in atletica vanta ben dieci edizioni del Prestige fra il 1991 (la prima non si scorda mai!) e il 2015. Non lontani dall´ambizioso traguardo dei dieci successi Felix Martinolli, Heini Amort e Ivano Badalotti.
Fra i plurivincitori con tre o più trofei in bacheca dobbiamo ricordare Martin Innerebner, Lino Trettel, Sepp Gritsch, il noto calciatore dell´AC Bolzano Zaccaria Ridolfi, Ernst Psenner, Roland Piccoli e Roberto Zuliani .
Il poliedrico Heini Amort vanta un singolare record: ha vinto oltre 60 gare in varie discipline del Prestige incalzato in questa graduatoria da Lino Trettel, Hans Laimer, Felix Martinolli e Marco Zanol.
Famoso il motto del barone de Coubertin: "Importante è partecipare!" Sotto questo punto di vista Lino Trettel può vantare un record davvero eccezionale: in quaranta edizioni del trofeo Prestige non figura mai fra gli assenti!
Con oltre 35 partecipazioni altri fedelissimi del Prestige: Heini Amort, Benedetto Biancalana,Marco Zanol, Guido Mazzoli, Aldo Zorzi e Italo Rech, un campione di sci e di ciclismo colpito da un destino crudele negli ultimi anni.
Il presidente della nostra associazione Alberto Ferrini può indicare con orgoglio queste e altre cifre a livello nazionale per dimostrare che Bolzano è l´ unica sezione ad avere "inventato" e organizzato per 40 anni una manifestazione – il trofeo Prestige sponsorizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio – aperta a veterane e veterani di ogni fascia di età pronti a battersi agonisticamente nelle più svariate discipline del



Fonte: Franco Sitton

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account