23 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > Bolzano

A Bolzano premiati l´atleta dell´anno e i protagonisti del Prestige

11-11-2013 14:09 - Bolzano
Tania con il medaglione UNVS fra il vicepresidente Martinolli e il vice presidente Cassa di Risparmio di Bolzano Valentinelli
Tania Cagnotto reginetta della festa
Il sindaco Spagnolli:" Tania sei un esempio per lo sport, per Bolzano e per l´ Italia". In sala l´ex campionessa di sci Nicole Gius ( 15 anni nel circo bianco).
di Franco Sitton

Reginetta dei tuffi dal trampolino e reginetta della festa delle premiazioni organizzata dalla sezione di Bolzano dell´UNVS: Tania Cagnotto è stata nuovamente proclamata "Atleta dell´ anno" dai veterani atesini dello sport non solo per le due medaglie d´ oro agli europei di Rostock e le due d´ argento ai mondiali di Barcellona ma anche per la grande rivincita personale dopo l´ atroce beffa di un anno fa alle olimpiadi di Londra, un podio andato in fumo per 20 centesimi di punto, per il discutibile "giudizio" di uno dei giudici di gara.
Tania, seduta in prima fila accanto alla mamma Carmen (campionessa di tuffi dalla piattaforma) e alla nonna di 91 anni (la vedova del pionieri dei tuffi Otto Casteiner) è stata premiata con il medaglione dell´ UNVS dal vicepresidente della Cassa di Risparmio Enrico Valentinelli e dal presidente della sezione di Bolzano Alberto Ferrini. Quindi due stupendi premi dei veterani atesini: un ricco cesto prenatalizio e soprattutto una piccola opera d´arte, uno specchio con le lancette dell´ orologio e l´ immagine della campionessa impegnata in un "carpiato".
Tania non ha mascherato l´ emozione quando il sindaco Luigi Spagnolli le ha detto "sei un esempio per lo sport, per Bolzano e per l´Italia" sottolineando poi la bella immagine e in particolare la tenacia di questa ragazza che ha saputo superare anche i momenti più critici e difficili di una fantastica carriera. E Tania non ha mascherato l´ emozione nemmeno quando è stato proiettato un video della RAI di Bolzano curato dal telecronista Stefano Bizzotto sulla storia dei tuffi dai tempi di Klaus Dibiasi e Giorgio Cagnotto sino ai suoi trionfi di quest´ anno a Rostock e Barcellona.
La festa si era aperta con la prolusione del vicepresidente Felix Martinolli che ha rivolto un saluto personalizzato a tutte le autorità presenti. In prima fila anche la famosa campionessa di sci Nicole Gius che ha chiuso la carriera lo scorso inverno dopo 15 anni vissuti nel circo bianco con quattro bellissimi podi in coppa del mondo, altri cinque podi in coppa Europa, 7 titoli italiani in slalom fra il 1999 e il 2009, la partecipazione a due olimpiadi e 7 campionati del mondo.
Il presidente Alberto Ferrini ha fatto un bilancio dell´ attività dei veterani atesini nel 2013, una stagione positiva sotto ogni punto di vista malgrado le difficoltà economiche . Il"number one" ha ricordato le elezioni di febbraio per formare il nuovo direttivo, i successi a livello nazionale nello sci e nell´ atletica, lo spirito che anima il trofeo Prestige all´insegna del motto "mens sana in corpore sano" , l´organizzazione di gite e altri eventi. In una provincia bilingue d´obbligo la versione in lingua tedesca di Felix Martinolli. Commemorati con un minuto di silenzio Mario Comina e Remo Tomasi.
Dopo i festeggiamenti in onore della reginetta dei tuffi è toccato a Guido Mazzoli orchestrare la premiazione dei protagonisti del trofeo Prestige invitando le autorità a consegnare i ricchi doni: vincitori dell´ edizione Prestige 2014 Roberto Zuliani e Franco Sitton in campo maschile, Manuela Ferrini e Lucilla Bombasaro in campo femminile. Nella gara a coppie primi a pari marito Roberto Zuliani con Manuela Ferrini e Marco Zanol con la consorte Angiolina Brentegani. In altra parte del giornale e del web la cronaca dedicata al bilancio del Prestige
In conclusione un lauto rinfresco con tanti brindisi: una bella, splendida festa, che ha avuto ampio eco nei servizi televisivi e sulle pagine della stampa locale.



Potete fare un inquadrato a parte sui premiati.

Questi i veterani premiati (i primi 5 nelle categorie più numerose) per il Trofeo Prestige
Cat. M 1 (31- 65 anni) 1° Roberto Zuliani 2°Antonio Soraruf 3° Luigi De Zulian
Cat. M 2 (over 66) 1° Franco Sitton 2° Hans Laimer 3° Marco Zanol
4° Fredi Dissertori 5° Benedetto Biancalana
Cat. F 1 (31 - 65 anni) 1° Manuela Ferrini 2° Renate Teutsch 3° Rosy Pattis
Cat. F 2 (over 66) 1° Lucilla Bombasaro 2° Johanna Endrich 3° Greti Dissertori
4° Angiolina Brentegani 5° Erika Zöggeler
Gara a coppie 1° ex aequo R. Zuliani- M. Ferrini e M. Zanol- A. Brentegani

TANIA CAGNOTTO
Tania Cagnotto, nata a Bolzano nel segno del Toro (15 maggio 1985), è figlia e nipote d´arte: suo papà Giorgio è stato con Klaus Dibiasi il supermedagliato negli anni ´60 e ´70, sua mamma Carmen pluricampionessa italiana nei tuffi dalla piattaforma, suo nonno Otto Casteiner uno dei pionieri con Carlo Dibiasi del tuffismo nazionale negli anni ´30.
Prima di saper leggere e scrivere la piccola Tania si divertiva più con i tuffi che con il nuoto al Lido di Bolzano. Da mamma e papà ha "ereditato" classe, tenacia, spirito di sacrificio e un bel carattere tanto da dominare già nei primi anni di scuola superiore la scena europea dei tuffi. Era portacolori della Bolzano Nuoto quando a soli 15 anni ha debuttato alle Olimpiadi del 2000 a Sydney. Successivamente è entrata a far parte del gruppo sportivo Fiamme Gialle. Davvero eccezionale il suo palmarès: ha conquistato ben 12 medaglie d´oro, 3 d´argento e 4 di bronzo in varie edizioni degli europei (nessuno nel nostro continente ha fatto meglio di lei). E´ stata la prima donna italiana a conquistare una medaglia ai mondiali di tuffi: il bronzo a Montreal nel 2005 nel trampolino da tre metri. Poi sono arrivate altre tre medaglie d´argento e tre di bronzo ai mondiali di Roma e di Barcellona dove ha mancato per soli 10 centesimi di punto il titolo assoluto.
Resta la pagina amara delle olimpiadi: dopo aver archiviato con due finali i giochi di Atene e di Pechino Tania sperava di salire sul podio a Londra ma quest´ anno ha fallito l´obiettivo per appena 20 centesimi di punto. Due quarti posti, due medaglie di cartone, una beffa atroce. Ora punta alla quinta olimpiade, a Rio de Janeiro 2016, nell´ età della maturità. Per lei 46 titoli italiani sono "ordinaria amministrazione".
Bella, simpatica, solare, girando il mondo, Tania parla con disinvoltura tre o quattro lingue. Diploma al liceo Toniolo di Bolzano, università a Houston nel Texas, danza, equitazione, cinema e lettura nel tempo libero. Con le sue ... performances televisive dal "Chiambretti Night" a "Ballando con le stelle" di Rai 1 la reginetta dei tuffi ha arricchito la sua popolarità a livello nazionale anche fra chi non segue le vicende dello sport.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account