04 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > Bolzano

A 94 anni Roman Gasser è volato in cielo

22-03-2012 11:21 - Bolzano
Comandante d´aviazione, pilota ai tempi della seconda guerra mondiale con la Regia Aeronautica e con la Luftwaffe, primattore già a livello giovanile di gare sportive fra gli avieri, vincitore dei Giri del Tirolo, delle Dolomiti e della Sicilia, il cavaliere ufficiale Roman Gasser ha spiccato alla veneranda età di 94 anni il suo ultimo volo verso il cielo, verso quel Paradiso che apre le porte agli uomini buoni, generosi e gentili, protagonisti sempre in senso positivo nel mondo dello sport.
Roman Gasser era il più anziano di noi, il vero "senatore" dei veterani atesini che lo ricordano per il suo dinamismo e il suo entusiasmo in un pianeta sport senza confini: non solo una passione incredibile per il volo ma anche per il nuoto, il rugby, il calcio e soprattutto l´hockey su ghiaccio.
Al traguardo delle 90 primavere "Cursores" aveva pubblicato una foto di Roman (ex presidente degli arbitri di hockey) accanto a due fischietti famosi, suoi eredi se non proprio suoi allievi: Remo Tomasi e Renzo Stenico, figlio del compianto Bruno (presidente per diversi anni della sezione atesina dell´UNVS). Remo Tomasi difese la maglia azzurra nel pattinaggio velocità alle olimpiadi di Cortina d´Ampezzo del 1956 che videro Roman Gasser in veste di arbitro in incontri combattutissimi fra gli squadroni d´Oltreoceano e dell´Est Europeo.
Prima della sua lunga carriera sul ghiaccio in veste di giocatore, allenatore e arbitro di hockey Roman Gasser aveva giocato a calcio in serie B con il Lecce, aveva praticato il nuoto a livello agonistico nei primi anni ´30 quando la scuola tuffistica di Bolzano si poneva all´attenzione nazionale e internazionale in virtù delle esibizioni dal trampolino di Otto Casteiner (il nonno di Tania Cagnotto) e di Carlo Dibiasi (il papà del campionissimo Klaus).
Nella vita e nello sport Roman Gasser "volava" alto nel vero senso della parola: Cavaliere ufficiale della Repubblica, medaglia d´oro del CONI e medaglia d´argento dell´UNVS, tutte onorificenze che rappresentano simbolicamente il legittimo riconoscimento dei meriti sportivi del "grande vecchio" dei veterani dello sport dell´Alto Adige.
Alla vedova Trude Dabringer, ai figli Brigitte, Martin e Thomas le condoglianze della sezione atesina dei veterani UNVS.

Franco Sitton

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account